www.magazzinodellecarni.it

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

sezionamento del SUINO

 

Il maiale è un animale molto generoso, tanto che ogni sua parte viene utilizzata.

Una volta macellato, il maiale viene depilato (i peli o setole vengono poi recuperati per ricavarne pennelli molto apprezzati: da quelli per pittura, impiegando le setole più dure, fino ai pennelli da barba con le setole più morbide). La carcassa viene poi svuotata delle interiora e suddivisa, lungo la spina dorsale, in due mezzene.

Osservando esternamente la mezzena, ci appare ricoperta di cotenna o cotica: la pelle del maiale. Pur essendo molto spessa e resistente è allo stesso tempo molto delicata per la sua estrema deperibilità. Per poterla depilare al meglio l'animale macellato viene immerso in una vasca di acqua calda a 64 °C. Temperatura al di sotto della quale le setole non si staccano, mentre se si eccede per eccesso la cotenna si "cuoce" e difficilmente la si potrà conservare. A quel punto dovremo fare a meno di tante preparazioni che prevedono l'utilizzo della cotenna: a partire dai piatti più umili (non per questo meno appetitosi) come i fagioli con le cotiche o cotechini e zamponi fino ai salumi di maggior pregio dove la cotenna viene lasciata a protezione del prodotto nella fase di stagionatura come nel caso di prosciutti o culatelli.


Se osserviamo la parte interna di una mezzena possiamo distinguere i principali tagli anatomici:

Ora ci occuperemo della presentazione analitica di ogni singolo pezzo, ordinati in tre categorie:

1) Carni fresche o Tagli pregiati (dove la massa muscolare è prevalente)

2) Grassine (a prevalenza di massa grassa)

3) Cascami e Frattaglie (i tagli meno nobili dell'animale).

... continua la lettura dei "Tagli Anatomici del Suino"